• 10 FEB 18
    Ozonoterapia: cos’è e cosa cura. La parola all’esperto di Casa della Salute.

    Ozonoterapia: cos’è e cosa cura. La parola all’esperto di Casa della Salute.

    L’Ozonoterapia è una pratica di medicina complementare riconosciuta dal Mistero della Salute che prevede la somministrazione di una miscela a base di ossigeno e ozono medicale. L’ozono, in medicina, non viene mai utilizzato puro, ma sempre miscelato in piccola percentuale (circa 3%) con l’ossigeno medicale che funge da veicolo.

    Questa miscela è capace di contrastare la produzione di radicali liberi e sostanze tossiche per le cellule, svolge un’azione antibatterica, antivirale e antifungina, ha potere antinfiammatorio, antiossidante e immunomodulante” spiega il Dott. Bazurro, specialista di Casa della Salute.

    L’ozono medicale può essere utilizzato sia per via locale che sistemica.

    Localmente, può essere  iniettata una miscela di ossigeno e ozono tramite una comune siringa: si possono eseguire delle infiltrazioni intradermiche, sottocutanee, intramuscolari e intra- e peri-articolari. Tramite sondino possono essere praticate insufflazioni vaginali e vescicali di ossigeno-ozono.

     

    La somministrazione sistemica, che coinvolga quindi l’intero organismo, può seguire più vie:

    • Insufflazioni rettali: l’ozono viene introdotto per via rettale mediante un piccolo sondino.
    • Autoemoinfusione (GAE): consiste nel prelievo di 180 ml di sangue del paziente e nella sua immediata reinfusione in vena dopo essere stato trattato con ossigeno e ozono.

    L’Ozonoterapia è utilizzata per il trattamento di patologie di tipo muscolo-tendinee, disturbi dermatologici, vascolari, intestinali . Ha trovato largo impiego nella cura dell’infiammazione muscolare e delle problematiche a carico della colonna vertebrale, in particolar modo per risolverle sia sotto l’aspetto biologico sia biomeccanico, il problema delle protusioni discali e dell’ernia del disco.

    L’Ozono medicale a livello dei dischi, grazie alla proprietà antinfiammatoria, analgesica e disidratante, riduce significativamente l’infiammazione e il dolore. Trova anche indicazione nel trattamento di malattie a carico di piccole e grandi articolazioni.

    Grazie all’azione diretta esercitata sul microcircolo è indicato nella cura di patologie da deficit di vascolarizzazione quali ulcere flebo statiche, lesioni trofiche della pelle come piaghe da decubito e le gangrene diabetiche. In patologia oculistica è indicato nel trattamento dei pazienti affetti da maculopatia diabetica, ischemica e retinica degenerativa senile.

    Grazie all’ azione immuno –modulatoria è anche indicato in le patologie quali LES, Morbo di Crohn, retto colite ulcerosa.

    In ambito dermatologico viene impegato nella cura di erpes simplex-zoster, acne e psoriasi.

    Nei pazienti affetti da fibromialgia e sindrome da stanchezza cronica ha un importante ruolo nella diminuzione e controllo della sintomatologia.

    È utilizzato in chirurgia come trattamento pre/post-operatorio per favorire i processi di cicatrizzazione grazie all’azione sul microcircolo e antibatterica.

    L’Ozonoterapia trova indicazione anche nella Medicina Estetica grazie alla sua azione antiedemigena e alla capacità di migliorare l’ossigenazione tissutale con conseguente miglior trofismo cutaneo. Viene proposta come terapia Anti-aging e nel trattamento della cellulite, dell’acne della cute del viso e degli antiestetici capillari delle gambe (teleangectasie).

    Questa tecnica, priva di effetti collaterali, non presenta particolari controindicazioni. I trattamenti sono sconsigliati durante la gravidanza e limitatamente alla autoemotrasfusione nei soggetti affetti da Favismo.

    Fondamentale è che l’ozonoterapia sia sempre praticata dal medico specializzato in questa tecnica

    NEW-back-pain