• 01 GIU 18
    Hai mai misurato la tua pressione arteriosa? Sai che un terzo della popolazione italiana soffre di ipertensione e che la metà non ne sono consapevoli?

    Hai mai misurato la tua pressione arteriosa? Sai che un terzo della popolazione italiana soffre di ipertensione e che la metà non ne sono consapevoli?

    La pressione arteriosa è la pressione esercitata dal sangue, pompato dal cuore, sulla parete delle arterie che distribuiscono il sangue stesso nell’organismo.

    Dal momento che il cuore batte ad intervalli regolari, è possibile distinguere una pressione “massima” o “sistolica” che corrisponde al momento in cui il cuore pompa il sangue nelle arterie, ed una pressione “minima” o “diastolica” che corrisponde alla pressione che rimane nelle arterie momento in cui il cuore si ricarica di sangue per il battito successivo.

     

    A cura del Dott. Germano Gaggioli, Cardiologo e specialista in Medicina dello Sport di Casa della Salute, approfondiamo quest’oggi il metodo giusto per misurare la pressione:

    PHOTO-2018-03-09-17-14-57

    • Durante la misurazione il braccio (che preferibilmente deve essere quello destro) deve essere  appoggiato in modo tale che il manicotto dell’apparecchio della pressione  sia  a livello del seno.
    • La misurazione deve essere fatta 3 volte consecutivamente (considerare il risultato della media delle 3 misurazioni) in un momento della giornata lontano da stress psico-fisico e/o emotivo,  lontano dai pasti e sempre, se possibile, alla stessa ora; soprattutto evitare di misurare la pressione quando si hanno dolori fisici o malesseri di qualsiasi genere (tipo mal di testa, febbre, nausea, diarrea, ecc) perché in tal caso i valori pressori alterati possono essere  la conseguenza e non la causa di tali sintomi.
    • E’ necessario misurare la pressione per almeno 15 giorni (da 15 a 31 misurazioni) prima di definire che il Paziente sia iperteso: possiamo definire iperteso il Paziente che dopo tali misurazioni (media e mediana dei valori) abbia una pressione sistolica > di 135 mmHg (160 mmHg per età>80 anni) e/o diastolica >85 mmHg.

    Provvedimenti da adottare in attesa di tali accertamenti diagnostici:

    E’ bene seguire uno stile di vita idoneo evitando:

    • Cibi salati (e comunque la dieta in generale deve essere iposodica)
    • Cibi troppo dolci e comunque un abuso di carboidrati è sconsigliato (pane, pasta ecc) cosi come fritti e grassi idrogenati (biscotti brioche) e grassi animali (burro, formaggi e carni rosse)
    • Utile attività fisica moderata e di tipo aerobico (passeggiate, corsa lenta, bicicletta)
    • Abolizione del fumo di sigaretta.

    Nel caso in cui il Cardiologo o Medico Specialista dovesse accertare ipertensione arteriosa è possibile che vengano prescritti i seguenti esami da eseguire:

    • Ematochimici: emocromo, azoto, creatinina, Na e K, glicemia, colesterolo totale, HDL, LDL e TG, FT3-FT4-TSH, transaminasi, YGT, fosfatasi alcalina, bilirubina totale e frazionata, aldosterone, proteine totali ed elettroforesi delle proteine.
    • Elettrocardiogramma e visita cardiologica
    • Rx torace (in PA e LL) per visualizzazione ombra cardiaca
    • Holter pressorio delle 24 ore
    • Ecocardiogramma (se Rx torace evidenzia alterazioni dell’ombra cardiaca o se consigliato dal Cardiologo dopo accurato esame obiettivo cardiovascolare)
    • Fundus oculi (non urgente)
    • Doppler TSA (non urgente)
    • Ecotomografia renale, surrenalica e dell’ aorta addominale (non urgente).

     

    La Cardiologia è una branca della medicina che si occupa dello studio, della diagnosi e della cura delle malattie cardiovascolari acquisite o congenite. Il medico specialista viene chiamato cardiologo. Presso l’ambulatorio di Cardiologia di Casa della Salute il cardiologo effettua visite cardiologiche integrate dai principali accertamenti diagnostici: ecocardiogramma color doppler, elettrocardiogramma (ECG), Holter ECG 24 ore. Al fine di curare o prevenire situazioni patologiche, dal lunedì al venerdì dalle ore 7,45 alle ore 9,30 è possibile effettuare l’esame ECG con refertazione immediata.