• 22 OTT 18
    L’uso corretto e consapevole degli antibiotici. Alcune tra le malattie più comuni sono causate da piccolissimi organismi chiamati batteri, per curarle è necessario ricorrere all’uso di farmaci specifici, gli antibiotici.

    L’uso corretto e consapevole degli antibiotici. Alcune tra le malattie più comuni sono causate da piccolissimi organismi chiamati batteri, per curarle è necessario ricorrere all’uso di farmaci specifici, gli antibiotici.

    I batteri sono microrganismi unicellulari procarioti, cioè privi di un nucleo morfologicamente definito, che si riproducono per via asessuata mediante cessione. Sono gli esseri viventi più diffusi sulla terra e vengono classificati attraverso la forma, le modalità di nutrizione, il metabolismo e le caratteristiche della parete cellulare. Le piccole dimensioni, la produzione, la resistenza elevata capacità di adattamento sono caratteristiche consentono ai batteri di vivere in ogni ambiente, anche in quelli estremi nei quali nessun altra forma di vita potrebbe sopravvivere.

    Molte specie batteriche vivono all’interno sulla superficie di altri organismi, compreso il corpo umano, come simbionti o parassiti. La simbiosi è un’associazione tra due o più specie che porta beneficio ciascun elemento; nel parassitismo, invece, solo uno dei membri trae vantaggio dall’associazione (il parassita) mentre l’altro (l’ospite) ne é danneggiato. Per eliminare questi microrganismi nocivi definiti i batteri patogeni e necessario ricorrere a una terapia antibiotica.

    Gli antibiotici sono medicinali utilizzati per combattere e prevenire le infezioni batteriche. Essi agiscono bloccando alcune funzioni vitali del batterio (batterici) o impedendone la moltiplicazione (batteriostatici). La terapia antibiotica é anche indicata laddove ci sia un altro rischio di diffusione dell’infezione ad altre persone non ci sia il pericolo che possono sopraggiungere gravi complicazioni per il paziente. Gli antibiotici, talvolta, sono prescritti a titolo precauzionale, vale a dire per prevenire una malattia (profilassi antibiotica); questo tipo di trattamento raccomandato in casa interventi chirurgici o differite in tutte quelle situazioni in cui si presenti rischio di sviluppare un’infezione.

    Gli antibiotici non sono efficaci contro le infezioni virali quale ad esempio il raffreddore l’influenza.

    Che cos’è l’antibiotico resistenza?

    Gli antibiotici sono una risorsa preziosa ed è importante che siano assunti previa indicazione medica e con consapevolezza: un utilizzo eccessivo o inappropriato può contribuire alla comparsa e alla diffusione di “batteri resistenti”. Questi batteri, in un primo momento sensibile all’azione degli antibiotici, hanno poi sviluppato una resistenza, definita acquisita, a seguito di modificazioni genetiche. Trattare un’infezione antibiotico resistente è molto difficile può causare complicazioni per la salute del paziente.

    L’uso corretto degli antibiotici

    È fondamentale che gli antibiotici siano prescritti dal medico e che siano rispettati scrupolosamente le dosi, le modalità e la durata della terapia dallo indicati, è un errore interrompe il trattamento o ridurre le dosi solo perché ci si sente meglio. L’utilizzo inappropriato di antibiotici e il loro impiego per il trattamento di malattie per cui non sono indicati, può costituire un rischio sia per il mancato effetto terapeutico che per la comparsa del fenomeno dell’antibiotico-resistenza. I nostri specialisti raccomandano di non usare mai una terapia fai da te, come spesso accade per malattie già note (cistiti, faringiti, otiti, eccetera), ma di affidarsi sempre al parere di un medico.

     

    CDS_Antibiotici