• 28 NOV 18
    Zoom sulla Casa della Salute – Il dottor Francesco Filippi e la Chirurgia Estetica

    Zoom sulla Casa della Salute – Il dottor Francesco Filippi e la Chirurgia Estetica

    “La Chirurgia estetica permette, con un corretto approccio psicologico, di dare i giusti consigli per accettarsi al meglio, a volte un buon consiglio del medico può anche essere quello di non intervenire…”

    Il dottor Francesco Filippi, classe 1962, nato a Savona, si è laureato nel 1987 in Medicina e Chirurgia ed è specializzato in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed estetica dal 1992.

    Da gennaio 2018 è responsabile e coordinatore dell’ambulatorio di Medicina e Chirurgia Estetica di Casa della Salute, in collaborazione con il Dottor Massimiliano Ricci. Professionista esperto da oltre 25 anni nel campo della chirurgia e medicina estetica. La struttura è dotata delle più moderne attrezzature al fine di poter offrire ai pazienti trattamenti specialistici di alta qualità e servizi di eccellenza.

    La bellezza è una lettera aperta, che dispone bene il cuore in anticipo, diceva Arthur Schopenauer.

    La Chirurgia Estetica si rivolge al miglioramento di quei difetti (o come tali percepiti) dovuti al naturale passaggio degli anni, alle variazioni di peso, in seguito a traumi o a eventi già presenti alla nascita che spesso creano, a chi ne è portatore, anche un disagio psicologico.

    Curare l’estetica significa curare l’intera persona: una migliore accettazione del proprio corpo ricrea quell’equilibrio emotivo che è viatico del benessere e della piena guarigione.

    ===============

    Dottor Filippi, ci parli del suo ruolo all’interno di Casa della salute:

    “Nella struttura io sono il Responsabile del servizio di Chirurgia plastica. Faccio il chirurgo da 30 anni, e da 18 anni sono libero professionista. Ho sposato il progetto di Casa della salute perchè, a prescindere dalla diagnostica, la struttura permette trattamenti specialistici di qualità a prezzi assolutamente accessibili. In particolare, Casa della Salute ha permesso di far conoscere la Chirurgia e la Medicina Estetica investendo in attrezzature ed apparecchiature di ultima generazione. Il mio compito va dalle consulenze per interventi importanti quali il lifting facciale, la rinoplastica, le mastoplastiche estetiche e la ridefinizione del body contouring. Abbiamo recentemente allestito un servizio di medicina estetica con laser di ultima generazione, che ci permette di trattare inestetismi cutanei e vascolari, trattiamo tutte le macchie cutanee, effettuiamo la rimozione dei tatuaggi, trattiamo le rughe statiche o dinamiche del volto, ci occupiamo della terapia delle calvizie. Inoltre, diamo un servizio di Medicina rigenerativa, ultima frontiera del settore, che con l’utilizzo di materiali all’avanguardia può ridare alla cute l’elasticità, la tonicità e la freschezza della gioventù”.

    La Chirurgia estetica, che cos’è in parole povere?

    “Tutti la conoscono meglio di noi chirurghi, a quanto sembra, attraverso internet, ma molti sono mal informati... Si tratta in realtà di una branca della Medicina molto seria, troppo spesso trattata con superficialità. La Chirurgia estetica permette, con un corretto approccio psicologico, di dare i giusti consigli per accettarsi al meglio,a volte un buon consiglio del medico può anche essere quello di non intervenire…”

    A chi si rivolge la Chirurgia estetica?

    “Alle persone che quando si svegliano si vedono in maniera diversa da quello che si sentono, a chi ha il timore di invecchiare”.

    Lei che consigli dà a chi si sente inadeguato con se stesso?

    “Mi rivolgo spesso a chi non riesce a coniugare il proprio aspetto esteriore con il proprio “essere”. Mi capita di ricevere ragazze troppo giovani accompagnate da mamme insicure, piuttosto che spinte da una reale necessità. L’aspetto psicologico è fondamentale e non tutte le tecniche vanno bene per tutti i pazienti, i lifting ad esempio hanno un senso quando sono naturali, bisogna informare i pazienti in modo corretto”.

    Qual è il suo paziente tipo?

    “Vent’anni fa avrei detto la donna dai 40 ai 55 anni, oggi dico dalla ragazzina di 18 anni alla signora che fa il lifting e ne ha 80. I miei pazienti sono al 75 per cento donne, a 25% uomini. Il  60% degli interventi è legato all’estetica del volto e alla mastoplastica, il 40% al body contouring”.

    Oggi nel suo campo si fanno interventi chirurgici o con laser, meno invasivi di un tempo, il ricovero dura meno di 24 ore, la ripresa dei rapporti sociali avviene nel giro di 10 giorni, il mantenimento del risultato dura dai 10 ai 15 anni:

    “L’85% degli interventi avviene in “one day surgery”, gli effetti post operatori sono molto meno pesanti, 20 anni fa un paziente veniva dimesso 3 giorni dopo il lifting o una mastoplastica, oggi avviene in massimo 24 ore. Anche sulla chirurgia del volto ci sono stati grossi progressi”.

    Ha a che fare anche con pazienti provenienti dal mondo dello sport?

    “Si, specie con donne che fanno body building, donne che fanno palestra, o sportivi che vengono da noi per epilazioni definitive”.

    Dottore, lei è uno sportivo ed è tifoso?

    “Sono un accanito golfista, e tutti i weekend gareggio a Garlenda. Sono tifoso del Milan, simpatizzo per tutte e due le squadre genovesi, all’interno delle quali ho anche alcuni amici”.

    CDS_BrochureEstetica_3766_5nov_singole_002