Dott. Mambrin – L’importanza della postura del corpo

18 Dicembre 2020 – Il Dott. Davide Mambrin, podologo di Casa della Salute a Genova e Biella, lavora con un approccio multidisciplinare e successivamente ai rilievi a livello podalico, strutturale e della colonna, se ritenuto necessario il trattamento può svilupparsi attraverso l’intervento dell’osteopata e del chiropratico per ricondizionare tutto il corpo. Perché? Perché è importante non fermarsi alla semplice diagnosi o referto radiologico: Rx – Tac – RMN – Ecografia.

Dott. Mambrin, può spiegare l’importanza del piede, della sua struttura e del suo appoggio nella postura finale del corpo?

Il piede e il suo appoggio sono elementi fondamentali per definire la postura. Il piede destro e il sinistro hanno sicuramente appoggi diversi e spesso questo “squilibrio” viene compensato con il corpo sul suolo. Dai piedi partono le catene muscolari che definiscono quindi tutta la struttura della postura del corpo. Sull’appoggio del piede è possibile intervenire per modificarlo e migliorare la postura, da qui possiamo riprogrammare la struttura muscoloscheletrica a livello viscerale, visivo e sensoriale.

Il percorso inizia però dalla visita a 360 gradi, non si ferma solo al piede, ma analizza come si presenta tutto il corpo. Il piede è un primo indizio e può essere deformato da come si pone il resto del corpo. Da qui si può capire come e cosa sta compensando il corpo, come una spalla retroversa, problemi cervicali oppure ginocchia flesse.

Come prosegue il percorso per il trattamento della postura?

Successivamente, il percorso prosegue con la correzione podalica e, di conseguenza, di tutto il corpo. Se il paziente si rivolge a me per dolori articolari o che coinvolgono tutto il corpo, dopo la prima visita si fa un’ispezione di altri elementi, come il rachide, per poi intervenire con terapie manuali e/o strumentali per sistemare eventuali blocchi del corpo che creano problemi. Durante la visita e il percorso, infatti, utilizzo anche strumenti come la pedana barometrica e il rilevatore di curve della colonna, per poter lasciare al paziente un rilievo cartaceo della sua situazione prima, durante e dopo il percorso terapeutico, correttivo e riabilitativo.

Questo percorso si può applicare e consigliare anche agli atleti?

Certamente, lo sportivo è un soggetto che sollecita molto il corpo e l’apparato muscoloscheletrico, quindi è più a rischio trauma di altri soggetti magari più sedentari. Se segue un iter di allenamento costante o a livelli agonistici, rischierà molto più spesso di riscontrare problemi. Una visita e la correzione di eventuali difetti posturali, facilita il recupero fisico e quindi dell’attività fisica a pieno regime, e limita la possibilità di fatture o problematiche simili dovute a un uso scorretto del proprio corpo.

La postura può incidere sulle performance sportive?

Assolutamente sì, ho avuto a che fare con atleti multidisciplinari che magari ottenevano ottime performance nel nuoto e nel ciclismo, ma nella corsa no. Il motivo? Magari presentavano problemi posturali emergenti solo nella corsa e la correzione podalica e posturale poteva offrire dei benefici rilevanti ad atleti che hanno aspettative agonistiche.

Questo percorso è adatto ad ogni età?

La visita della postura e poi l’eventuale intervento di un osteopata o chiropratico serve ad ogni fascia d’età, in particolar modo è importante fare una visita podologica a bambini e adolescenti. Infatti, eventuali indizi se corretti prima della fine della crescita possono rappresentare una correzione definitiva, perché è più facile manipolare un corpo in crescita anche solo tramite solette. Negli adulti, invece, soluzioni come la soletta possono essere necessarie nel lungo periodo, mentre nei bambini corregge nel breve periodo in modo definitivo. Così, possiamo evitare la formazione di scoliosi dovute ad un appoggio scorretto e un assetto muscoloscheletrico errato. Ad ogni età, in generale, tutto ciò che sembra cronico può sempre essere trattato.

In Casa della Salute eseguo percorsi per ogni fascia d’età, dalla visita, all’analisi con lo scopo di riequilibrare il corpo. Poi ogni individuo è diverso dagli altri, quindi ogni caso va valutato singolarmente. Ciò che conta è non fermarsi a una visita posturale, ma valutare poi il quadro strutturale completo.

Il Dott. Mambrin riceve presso le nostre sedi di GENOVA MULTEDO e BIELLA. Per informazioni e prenotazioni, puoi contattare il centralino qui: